Efficienza Energetica

La cultura del risparmio e dell’efficienza energetica

efficienza_2Il mercato del futuro sarà sempre più caratterizzato dalla domanda di nuovi servizi energetici, conseguenza della sensibilità acquisita rispetto ad un uso più razionale dell’energia; questa considerazione ha fatto registrare un diffuso interesse a livello globale per l’efficienza energetica.
Oggi c’è una particolare attenzione ai temi dell’efficienza energetica e dell’utilizzo delle fonti rinnovabili, in quanto rappresentano le principali leve per raggiungere gli obiettivi del risparmio energetico individuale e della salvaguardia dell’ambiente per uno sviluppo sostenibile.
L’efficienza energetica è dedicata alle fonti rinnovabili e offre soluzioni per l’utilizzo evoluto dell’energia nelle abitazioni e in tutti gli ambienti di lavoro.
In un contesto sociale caratterizzato da forte attenzione per l’ambiente, l’interesse per lo sviluppo di politiche di promozione dell’efficienza energetica negli usi finali è ulteriormente alimentato dall’instabilità del prezzo delle fonti fossili (petrolio, carbone, altro) che rendono sempre più necessaria una politica di uso efficiente delle risorse a parità di servizi energetici usufruiti.
Fare efficienza energetica è quindi un’opzione irrinunciabile, che rappresenta vantaggi per tutti:

• per il cliente, che ottiene un risparmio economico in bolletta;

• per il pianeta, che giova di un minor inquinamento ambientale.

Occorre imparare ad essere più efficienti ovvero, a parità di servizi offerti, a far meglio e di più, utilizzando meno energia.

La politica per l’efficienza energetica si basa su tre punti fondamentali:

• Uso razionale delle fonti di energia: utilizzo dell’energia in base delle effettive necessità di consumo e attraverso la scelta della risorsa energetica più adatta.

• Adozione delle tecnologie più efficienti: utilizzo delle tecnologie che, a parità di prestazioni fornite, garantiscano il minor consumo di energia.

• Sviluppo di una “cultura energetica”: adottare una “consapevolezza energetica” nei comportamenti quotidiani è il primo passo verso una corretta cultura energetica (es: diminuzione degli sprechi di energia derivati dall’uso errato di una tecnologia).

efficienza-energetica_2


USI BENE L'ENERGIA?

RISCALDAMENTO

Il riscaldamento rappresenta in media oltre il 50% del consumo energetico annuo per un’abitazione domestica. L’applicazione di alcuni fra i seguenti consigli può portare riduzioni fino al 50% della spesa annua in questo settore:

• Evitare di mantenere una temperatura troppo elevata negli ambienti (una temperatura ottimale si aggira

intorno ai 20°C)

• Controllare periodicamente la caldaia per migliorarne l’efficienza

• Evitare di coprire gli elementi scaldanti con mobili o tende

• Abbassare gli avvolgibili o chiudere le persiane dopo il tramonto

• Sostituire vetri, serramenti e infissi con elementi isolanti, o più in generale l’adozione di sistemi per l’eliminazione degli spifferi e le fughe di calore

• Installare termostati per gli ambienti e valvole termostatiche intelligenti sui radiatori tradizionali, limitando l’uso dell’impianto di riscaldamento ai soli periodi in cui è effettivamente necessario In caso di impianti condominiali centralizzati, adottare sistemi per la contabilizzazione separata del calore. In caso di ristrutturazioni o rifacimento dell’impianto, preferire l’installazione di caldaie ad alta efficienza (4 stelle) e di impianti di riscaldamento a bassa temperatura come gli impianti a pavimento; evitare inoltre di far dimensionare l’impianto su potenze superiori a quelle effettivamente necessarie.


ACQUA CALDA E SCALDACQUA A POMPA DI CALORE

• Evitare di far scorrere inutilmente l’acqua calda o di aprire i rubinetti al massimo quando non è necessario

• Preferire la doccia al bagno

• Installare rompigetto areati ed erogatori a basso flusso nelle docce e nei rubinetti, a partire da quelli con un maggior consumo di acqua calda

• Nel caso si usi uno scaldacqua elettrico tradizionale (a resistenza) utilizzare accumuli di dimensioni adatte alle effettive esigenze, evitare di tenere acceso lo scaldacqua 24 ore su 24 e di impostare temperature troppo elevate

• Sostituire lo scaldacqua elettrico tradizionale con un impianto solare termico o uno scaldacqua a pompa di calore che rappresentano le soluzioni più efficienti per produrre acqua calda sanitaria.


CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA

• Utilizzare macchine di potenza non superiore alle esigenze, con classe di efficienza elevata e dotate di inverter

• Regolare il condizionatore su temperature inferiori al massimo di 6-7°C rispetto a quella dell’ambiente esterno

• Durante il funzionamento, tenere chiuse porte e finestre e possibilmente abbassare gli avvolgibili o chiudere le persiane

• Evitare di climatizzare gli ambienti quando non presenti


USO DEL FORNO

• Preferire i modelli con processi di ventilazione

• Effettuare il preriscaldamento solo quando è necessario

• Evitare di aprire frequentemente lo sportello durante la cottura

• Spegnere il forno poco prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo

• Preferire quando possibile il forno a microonde


STAND-BY KILLER

La spia rossa (led) presente negli apparecchi spenti attraverso l’uso del telecomando testimonia che, nonostante la volontà di spegnimento dell’elettrodomestico, è ancora in corso un’attività in grado di consumare energia.

Spesso l’energia consumata non è solo quella rappresentata dal led ma da tutte le funzioni attive (come ad esempio il trasformatore) e quella di ricezione degli infrarossi.

L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha stimato che un televisore con il decoder collegato consuma in 1 anno circa 36 kWh e quindi 5,3 Euro/anno (ipotesi costo kWh 0,15 €). Tale valore si incrementa se al televisore sono collegate altre apparecchiature (es. secondo decoder, impianto stereo, video giochi, ecc.).

Un’apparecchiatura Stand-by killer, permette di interrompere tutti i consumi elettrici al momento dello spegnimento del televisore tramite telecomando, evitando il consumo di energia in eccesso.


LE NOSTRE SOLUZIONI

efficienza-energetica

La GCampione SpA offre ai propri clienti solo le tecnologie più efficienti,
in grado di garantire azioni e soluzioni ottimali per l’efficienza energetica.

ILLUMINAZIONE

lampadinaL’illuminazione è l’applicazione elettrica più diffusa nel settore domestico e costituisce poco più del 10% del consumo di energia elettrica in una casa.
È possibile suddividere i diversi tipi di lampade in due macro-settori:

• lampade ad incandescenza.

• lampade a fluorescenza.

Le lampade ad incandescenza (costituite da un filamento di tungsteno in un bulbo di vetro) hanno una vita di circa 1.000 ore ed un’efficienza molto bassa, poiché solo una piccola parte dell’energia elettrica utilizzata viene convertita in luce, mentre il resto viene dissipato in calore.
Una classe particolare di lampade ad incandescenza è costituita dalle lampade alogene, le quali hanno una vita superiore (circa 2.000 ore) ed una luce bianca che esalta i colori, ma anche in questo caso presentano uno scarso livello d’efficienza. C’è da sapere che dal 2009 l’Unione Europea ha bandito la produzione di lampade ad incandescenza oltre i 75 W, tale decisione è voluta per migliorare l’efficienza energetica.
Le lampade fluorescenti sono molto efficienti: a parità di luminosità possono ridurre il consumo di energia fino al 70% rispetto ad una lampada ad incandescenza. In particolare le lampade fluorescenti compatte (LFC) possono sostituire i tradizionali dispositivi di illuminazione e, a fronte di un costo maggiore in fase d’acquisto, garantiscono un minor consumo energetico e una maggior durata (oltre 8.000 ore).


LAMPADE FLUORESCENTI LINEARI (tubolari)

lampade lineari_2Le lampade fluorescenti lineari (tubolari) sono la tecnologia la più diffusa per l’illuminazione degli ambienti di lavoro è rappresentata dalle lampade fluorescenti lineari con polveratura trifosforo e ridotto contenuto di mercurio.

Tale tipologia presenta:

• Ridotto decadimento del flusso luminoso e maggiore durata utile

• Elevata emissione luminosa

• Ampia scelta di tonalità di luce con ottima resa dei colori

• Ridotto impatto ambientale

L’introduzione di nuovi gas è solo il primo passo verso un uso più efficiente dei sistemi di illuminazione.

I passi successivi:

• sistemi di regolazione del flusso luminoso, ossia sistemi che rilevano la presenza di luce naturale negli ambienti riducendo l’uso dell’illuminazione artificiale

• sistemi di accensione legati alla presenza, ossia luce accesa solo se si e’ presenti

Le lampade fluorescenti lineari consentono di risparmiare dal 10 al 30%.

Consigli pratici sull’uso delle LFC:

• Installare le lampade in ambienti in cui la luce rimane accesa a lungo (es: cucina).

• Pulire regolarmente gli apparecchi di illuminazione.


SCALDACQUA A POMPA DI CALORE

scaldaacquaLo scaldacqua a pompa di calore rappresenta una soluzione ad alta efficienza per la produzione di acqua calda sanitaria. Il suo principio di funzionamento è l’inverso di quello in uso nei frigoriferi: un fluido frigorigeno, mediante cambiamenti di stato, preleva il calore contenuto nell’aria a temperatura inferiore e lo cede all’acqua a temperatura superiore, invertendo il flusso naturale del calore. Con tale meccanismo è possibile ottenere molta più energia Termica (quindi acqua calda) rispetto all’energia elettrica necessaria al funzionamento del sistema.
Gli innovativi scaldacqua a pompa di calore sono quindi un’evoluzione ecologica degli scaldacqua tradizionali, permettendo di risparmiare fino al 70% dei consumi elettrici. Sono inoltre dotati di una resistenza elettrica integrativa in grado di assicurare il massimo comfort nella produzione di acqua calda sanitaria laddove ad esempio vi sia la necessità di scaldare l’acqua nel minor tempo possibile. Rappresentano la soluzione ideale per palestre, agriturismi, piccole attività commerciali che utilizzano una grande quantità d’acqua (parrucchieri, ristoranti, bar); ideali sia per nuove installazioni che per la sostituzione dei vecchi scaldabagni elettrici o a gas.


MOTORI ELETTRICI AD ALTA EFFICIENZA

Circa il 75% di tutti i consumi di elettricità sono dovuti ai motori elettrici, pertanto interventi che portano ad incrementare l’efficienza di tali dispositivi producono un beneficio significativo in termini di risparmio.

I motori elettrici sono presenti in tutte le applicazioni ed i processi industriali, nonché nei sistemi di condizionamento, di ventilazione e nei circuiti idraulici connessi a ventilatori e pompe. Pertanto in tutte queste applicazioni i “vecchi” motori possono essere sostituiti da motori elettrici ad alta efficienza, previa specifica valutazione di convenienza.

Le perdite in un motore elettrico sono di diversa natura:

• perdite meccaniche, per attrito (nei cuscinetti e alle spazzole) e per ventilazione

• perdite nel ferro a vuoto (proporzionali al quadrato della tensione)

• perdite per effetto Joule (proporzionali al quadrato della corrente), negli avvolgimenti di statore e rotore

Nei dispositivi ad alta efficienza tali perdite sono state ridotte intervenendo sui materiali di fabbricazione o attraverso migliorie degli elementi costruttivi.

I principali vantaggi sono:

• elevato rendimento

• elevata risposta dinamica

• elevato fattore di potenza

• ridotto ingombro del sistema azionamento

• facilità di installazione

• minore manutenzione e ridotta usura grazie alle basse velocità di rotazione e alla riduzione

dei componenti meccanici

• maggiore affidabilità del sistema